mercoledì 13 febbraio 2013

Lezioni dal crafting: non tutto è come sembra / Lessons from crafting: what you see is not always what you get


Ricordate la maglietta di S.Valentino che ho postato qualche tempo fa? Sembrava un progetto facile, tipo: prendi una maglietta, stampa lo schema del punto croce e vai sopra di crocette.
Mai impressione fu più fallace: questa maglietta è stata un incubo!!!

Do you remember the Valentine's day t-shirt I posted a while ago? It looked like an easy project: you get a t-shirt, pin your cross-stitch pattern on it, cross-stitch it. 
Well, that wasn't easy. It's been a nightmare!



Alcune riflessioni per chi volesse avventurarsi in questo progetto:

- la mia t-shirt era in maglina elasticizzata: scomoda perché i punti devono essere fatti con la giusta tensione per non risultare né troppo lenti né arricciare il tessuto; comoda perché ho potuto cucire con un filo e un ago grossi, senza che la maglietta si bucasse in malo modo

- Filo di lana grosso è la scelta vincente: un filo più sottile tenderà sempre a restare morbido

- la modalità suggerita dal tutorial prevedeva di stampare o riportare su carta lo schema, appuntarlo alla maglietta e ricamare sopra: orribile, orribile procedimento! La carta fa sì che i punti non aderiscano bene al tessuto, rendendo tutto il lavoro impreciso e troppo morbido. Almeno, a me è successo così. Allora, ho bucato lo schema sul foglio nei punti in cui l'ago avrebbe dovuto entrare uscire, e ho quindi segnato i punti delle varie crocette con un pastello a cera direttamente sul tessuto, e ho cucito così (mitico suggerimento del Pì!!!)

Some suggestions for those who will try the project:

- I had an elastyc t-shirt, which is a bit tricky to sew on because the tension can either be too loose or too tight, but is a good option for using a thick thread and needle without causing troubles to the fabric.

- You'd better go for a wool thread: cotton just makes the stitches too loose.

- The original tutorial suggests you print the pattern, pin it to the t-shirt and cross-stitch on it. Big mistake: I had lots of troubles because the paper prevents the stitches from having appropriate tension, risulting too loose and messy. 
The Mighty Pi therefore suggested we punched the pattern where the needle was supposed to go in and out, and then report the same little holes on the fabric with a crayon. 

Alla fine dei conti, ecco qui il risultato. Sono contenta ma.. che fatica! Me la godrò proprio questa maglietta! Buon San Valentino a tutti!

In the end, here is the outcome. I'm pretty satisfied, but oh my has it been exhausting! I will really enjoy wearing this t-shirt! Happy Valentine's day everyone!





17 commenti:

  1. hai una mail dove poterti scrivere?

    RispondiElimina
  2. Però alla fine è venuta carina! Anch'io ho sempre il dubbi o che le cose di cucito nei tutorial sembrino più facili di quel che sono realmente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Clyo! L'ho rifatta tre volte... :S
      A me è la prima volta che capita che un progetto descritto nei particolari si rivela così poco fattibile nella pratica, anche se penso molto dipenda ad esempio dal tessuto su cui cuci.
      Bacio!

      Elimina
  3. ma è deliziosa! oltretutto, malgrado la mia ignoranza in materia di cucito, suppongo che si potrebbe anche replicare la tecnica con altri motivi oltre al cuoricino... da provare!

    baci e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Margheritina! Ho pensato anche io che si potrebbe fare con altri soggetti.. devo solo capire se reimbarcarmi nell'odissea ;)

      Elimina
  4. Thanks so much for your lovely comment, it made my day!
    I've done a similar DIY on my blog, too!

    Have a great day,
    -Kati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hope it has been easier for you Kati! ;)

      Elimina
  5. Mmmh, non sembra facile per niente. Io ricamo a punto croce ma non so se sarei in grado di farlo su una maglietta, di sicuro farei un pasticcio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ciccola, tu risollevi la mia autostima!!!

      Elimina
  6. Davvero niente male, ma che stress! Bella l'idea di riportare lo schema con il pastello, forse con il gesso è anche più semplice. Bravo Pi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paty! Eh però il pastello entra bene nei buchini dello schema e lascia la traccia giusta! ;)

      Elimina
  7. Brava!!! La lezione che uno impara seguendo un tutoria e' che bisogna adattarlo alla propria esperienza creativa e spesso le idee che si apportano non sono niente male!!!
    xxxx Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo Ale, è anche il bello di scambiarsi idee e pratiche sui blog!
      xx

      Elimina
  8. Hai tutta la mia stima, io sono un disastro per queste cose DIY, e ammiro molto chi invece ci riesce; nel tuo caso, il risultato mi sembra perfetto no?! un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora quando fai il prossimo vegan-seminario se vuoi io aggiungo il modulo DIY!!! :*

      Elimina
  9. avevo visto il tutorial e da quanto racconti, sono felice di non averci provato! XD
    il risultato comunque è molto carino!

    RispondiElimina