giovedì 31 gennaio 2013

Granny squares: che fare? - Granny squares: Yes or No?

Purtroppo ormai sapete della mia nascente passione per l'uncinetto, che ha diviso familiari e amici: il Pì è molto contento che io abbia un diversivo rispetto a quello che lui chiama 'quel tuo pericoloso hobby con i ferri acuminati' (in effetti praticare la maglia sul divano, distratti da un film e a vicinanza di coccola può portare a complicanze facilmente intuibili), mentre la mia collega Niki sostiene che, se non sta attenta, tra poco crochetterò anche lei.

In ogni caso, in barba a tutti, io continuo la mia strada verso il Master Level of Crocheting, e nelle mie ricerche ho spesso incontrato i cosiddetti Granny Squares - lancio intanto un appello a chi possa fornirmi la traduzione in italiano- 


Ebbene si, le classiche presine-pattine-cosine che circolavano credo molto più ampiamente anni fa nelle nostre case, quando l'esercito delle nonne si dedicava forse più massicciamente alla nobile arte del crochet. Mi par di capire che ora stiano tornando prepotentemente di moda, e la mia prima risposta è stata: NO. Mi puzzano di cosa vecchia, hippy e pesante. Eppure, sarà il potere persuasivo del web, a furia di vederne comincio a pensare che non mi dispiacciano, specie in alcuni abbinamenti di colori. E di certo farle una ad una è un divertimento irresistibile!

Ecco per esempio alcuni dei progetti che mi hanno più convinta:



Partiamo dal classico: la coperta. Non le ho mai amate, specie perché penso si impiglino in tutto e quei buchini secondo me convogliano taaaanti spifferi.. però in un appartamento molto semplice e moderno la coperta fa un contrasto interessante, che dite?




Stesso discorso per i cuscini: possono ravviare un divano freddo e troppo anonimo.
Il puff invece è sicuramente carino, ma credo che sia davvero un pò troppo lungo da fare...




Sull'astuccio invece niente da dire, è proprio bello! Una delle convinzioni che si sta facendo strada in me è che evidentemente la resa finale dipende moltissimo anche dai colori: questi li trovo particolarmente belli..




La tovaglia, o ancora di più io farei un runner, è divertente e da un aspetto un pò country! Questa mi piace!



Stesso effetto divertente me lo fa la lampada da tavolo!





Veniamo all'abbigliamento, dove secondo me si scatenano i rischi peggiori perché l'effetto 'sono appena arrivata da woodstock' e 'sono un divano ambulante' ci attendono al varco, ma in cui forse con un pò di attenzione si possono creare effetti interessanti. Tipo questa cuffietta, che mi sembra davvero importabile, ma che secondo me potrebbe essere molto divertente montata come cappuccio su una felpa (se non si fosse capito, mi piacciono le contaminazioni di stili..)




Elaborato, apparentemente difficile ma forse non poi così tanto. Certo, credo che stia bene a una modella che forse veste la 38.. però volevo condividerlo anche perché i granny a base nera mi piacciono parecchio.


A questo punto giro a voi il quesito: cosa ne pensate? Granny squares si, o no?




This is a very long and doubtful flow of thoughts and inspirations about the granny squares technique. I know it's getting back to popularity in the international trends but I'm still unconvinced. Has anyone tried it? Do you think granny squares are versatiles and can spice up a flat look? Let me know what you think before I either start making tons or drop the idea!




martedì 29 gennaio 2013

Ispirazioni montane - Mountain style inspiration

Intanto che preparo il mio reportage sul weekend alle terme in Valle d'Aosta, ho pensato di condividere con voi un pò di ispirazioni di stile montanaro che ho colto qua e là nelle 48 ore passate sui monti (di cui circa 10 passate a mollo nelle bolle..!)

While I sort my reportage about the spa weekend in Valle d'Aosta, I think I can share with you some snapshots from mountain styles I took during my 48 hours on the mountains (10 of which were actually spent  floating among bubbles so..)


Quadretti con animali in plastica. Trovo orripilante quello con il dinosauro, un pò meglio il cavallo selvaggio (perché mi piace lo sfondo con la foresta). In ogni caso, se a qualcuno piacciono credo possano essere facilmente replicabili, quindi potete spacciare di avere un gran pezzo di arte contemporanea in soggiorno a pochi euro.

I find these compositions absolutely rubbish. The dynosaur one is honestly unbelievable, I rather take the other one because I like the forest background. Anyway, if you like them I think you can easily make your own and pretend you have bought some high-class contemporary art for no less than some euro.


Bellissime ampolle per servire l'acqua a tavola. Io e il Pì stiamo cercando delle brocche da tavola e queste ci sono moooolto piaciute. Dovremo pensare a una versione low cost!

These water ampoules are gorgeous. The Mighty Pì and I are looking for particular water bottles, and we really liked them. We'll think of a low-cost version of them.



Le gigatazze! Grandi quasi come un orologio. Divertenti! 

King-size mugs! They're almost as big as a clock. These are funny!



Lampade in simil-cartapesta con alce. Io personalmente non le userei, ma mi piace il total white e in ogni caso anche questo è un progetto facilmente ripetibile, se qualcuno gradisce..

Faux papier-maché lamps with elk. I don't really like them, but I wanted to share them 'cause they can easily be handmade if you like them.


Candele ispirate a Cappuccetto Rosso (+ montagne sullo sfondo + silhouette dei Pì). Queste mi sono piaciute, anche se ho trovato un pò macabra l'idea e inavvicinabile il prezzo. Carine però, vero?!

Little red riding hood inspired candles (+ mountains on the background + the Mighty Pìs). I quite liked these, although I think seeing LRRH with her head in flames could look somehow morbid. The price was so high. Aren't they cute, though?


Queste tende invece sono troppo carine, non trovate?!

These curtains are just too cute, aren't they?!




venerdì 25 gennaio 2013

Weekend alle terme di Pré -Pré st. Didier thermal baths weekend


Sono una ragazza fortunata! In occasione del mio compleanno, che in effetti cade di lunedì, abbiamo organizzato un weekend di festeggiamenti! Quindi, io e il Pì stasera partiamo per le Terme di Pré Saint Didier in Valle d'Aosta! 

Vi farò sapere come è andata, intanto sul mio secondo blog, dedicato ai viaggi, trovate segnalati i posti che visiteremo. Se qualcuno ha suggerimenti sulla zona, ha ancora qualche ora di tempo per avvisarmi!
Buon fine settimana a tutti!


I'm a lucky girl who will be celebrating her 30th birthday from today to Monday, my actual birth date! The Mighty Pì and I are leaving tonight, heading to Valle d'Aosta, a nice mountain region in Northern Italy where we'll spend some time in hot water and bubbles at the spa centre!
Happy weekend everybody!

mercoledì 23 gennaio 2013

Maglione in progress / In progress sweater



Un altro lato positivo della maglia è che ogni creazione resta legato a un particolare ricordo e momento. Questo, ad esempio, sarà il 'one-week sweater', perché è stato knittato in una settimana netta.. grazie anche alle notti insonni. Mi dispiace che dalla foto non si veda, ma il melange di colori è bellissimo e la lana molto morbida. Anche stavolta, ho adattato un modello preparato per un filato completamente diverso: devo dire che questa volta sono stata molto più brava rispetto al maglione rosa a collo alto, ma comunque qualche intoppo c'è stato e spero che in fase di montaggio e decorazione si possa occultare!

Altro esperimento: puntare il maglione prima di montarlo. Non l'avevo mai fatto, e non so se l'ho fatto bene (oltretutto, per fortuna ho un divano vecchio che potevo bucherellare.. altrimenti dove lo puntavo?!), ma credo che sia un'operazione importante.

Ve lo farò presto vedere montato, indossato e abbinato spero in tante possibilità!

Qualcun altro ha qualche progetto in corso?

Another positive side of knitting is that anything you produce will always remember you of something special. This one will always be the 'one-week sweater', having been knitted in one week, thanks to insomnia nights too. 
I am sorry you can't see it from the picture, but the colours are wonderful and the wool is so soft. Even this time I used a pattern that had originally been written for a different kind of wool, but this time it was easier than the pink high neck sweater. It's not perfect, but I hope I'll mend everything when I'll sew it!

Another test: I tried to pin it before sewing. I have never done it before, and it hasn't been easy (where the heck is one supposed to pin such a big sweater, unless you have an old, pinneable couch?!) but I think it will do the job. 

I will soon show it finished and worn!

Has anyone any knitting project going on?

martedì 22 gennaio 2013

Refashioning maglietta per San Valentino - Valentine's day t-shirt refashioning

Più che giustamente non tutti hanno già voglia di sentir parlare di San Valentino, ma io ho la mania dell'organizzazione delle feste e degli eventi per cui non posso fare a meno di essere già curiosa!

Mesi fa avevo trovato su Pinterest questa bellissima maglietta:

Some of you might be fed up with pre-celebrating anything, but I am in love with celebrations so I am already planning Valentine's day! Months ago I pinned this on Pinterest:


Ovviamente non è per forza San Valentino-related, anzi tutto sommato è portabilissima tutto l'anno e credo possa essere un regalo molto carino in qualunque momento dell'anno o una strategia per abbellire un pò una banale t-shirt che magari già c'è nell'armadio! Mi piace particolarmente portata con la camicia sotto, e di questo bel grigio scuro (rosso/grigio è un abbinamento che mi piace tantissimo d'inverno).
La carinissima Madeline di Uber chic for cheap condivide il tutorial per realizzarla, e anche tre diversi pattern per cucire il cuore a gigapuntocroce! 

Così, complici i saldi, mi sono messa a cercare la maglietta e, con l'aiuto dell'occhio di lince del Pì, ho trovato questa:

Of course you don't really need to wear this on Valentine's day, it's actually wearable all year long and I also think it can either be such a nice present or a way to refashion an old tee!
I particularly love it in this dark grey, as a second layer to a shirt!
Lovely Madeline from Uber Chic for Cheap shares the tutorial to realize it, and three different giant-cross stitch heart patterns.

So, thanks to winter sales, I went hunting for mine and The Mighty Pi helped me spot this for 5 euro!


La trovo perfetta, lo scollo va benissimo per metterci sotto una camicia e le maniche sono un pò a pipistrello.. ora non vedo l'ora di darmi ai lavori! Chi mi segue?!

I think it looks perfect, and I cannot wait to make it. Anyone following me?!





domenica 20 gennaio 2013

Maschera ipernutriente 100% naturale - 100% natural nourishing mask

Trovo che un ottimo modo per concludere il weekend e prepararsi alla nuova settimana sia qualche trattamento di bellezza. Quindi, dopo lo scrub all'olio di mandorle e zucchero di canna, suggerisco di provare  la maschera supernutriente ed ottima contro il freddo.
Ecco gli ingredienti per farla:

I think a wonderful way to close the weekend and get ready for the new week is a little beauty treatment. So, after the almond oil and raw sugar facial scrub, I suggest you try this extra-nourishing all natural mask.
Here are the only two ingredients:



+



Dovrete semplicemente schiacchiare la polpa di avocado e ottenere un fluido grazie all'aggiunta dell'olio di oliva. Suggerisco poi di scaldarla a bagnomaria o su un calorifero perché applicarla calda, oltre a essere una goduria, fa si che la pelle si dilati e le sostanze nutritive penetrino meglio: l'effetto finale è di una morbidezza unica, e gli acidi grassi di olio e avocado riparano i danni del freddo! La maschera in effetti fa benissimo anche a mani e piedi, se ve ne avanza un pò.
Buon relax, e buon inizio di settimana!

You'll simply have to smash the avocado pulp and mix it with olive oil. I suggest you heat it and apply it  when mildly warm: not only this gives an extra-relaxing effect, but the heat will open up your skin pores so they will better absorbe the mask. You will enjoy a final effect of skin softness, and a relief from skin damages due to cold weather. The mask is also very good for hand and feet, too.
Have a relaxing moment, and a good start of the week!



venerdì 18 gennaio 2013

Regali handmade: collana scaldacollo / Handmade gifts: neckwarmer necklance

Sappiamo quanto indietro sia il mio reportage sul Natale, ma siccome oggi ero un pò malata e avevo bisogno di qualcosa che mi tirasse fuori di casa per andare al lavoro, ho indossato per la prima volta questo regalo di Natale che mi ha fatto mia sorella e ho pensato di mostrarvelo.

We all know how late I am in reporting my Christmas activity, but as I was a bit ill today I needed something to pull me out of home and drive me to work,  I decided to wore this gift from my sister for the first time and I thought you might like it too.



L'ha fatto tutto a mano, compreso il bottone in pasta sintetica! Si tratta di una collana che ha anche una funzione di scaldacollo. Ne avevo visti altri che aveva fatto, ma questo mi è piaciuto tantissimo per l'abbinamento di turchese e beige. Io indosso pochissimo il turchese ma con i toni del marrone mi piace davvero tanto!
Che ne pensate? E' un pò laborioso ma credo sia un regalo davvero di lusso!

She entirely made it by hand, including the polymer clay button! It is a neckwarmer-necklace. I had seen many others she had made, but this one is definitely my favourite because of its mix of turquoise and creamy colours. I rarely wear turquoise but I love it matched with brownish colours.
What do you think? It certainly needs some handwork and time but isn't this such a classy pressie?

giovedì 17 gennaio 2013

Maglione dolcevita rosa fatto a mano / Pink high-neck knitted sweater

Oggi ho finalmente indossato in pubblico il primo maglione serio che ho fatto, a parte coprispalle o top in lana.
E' stato una faticaccia! Avevo adattato un modello tratto da un giornale ma non è stato affatto facile, ci sono diversi piccoli 'errori' e ho dovuto recuperare in corsa molte cose, ma altrettante ne ho imparate!
La lana è caldissima e i colori mi piacciono molto però!
Che ne dite? Ci sono altre magliste all'ascolto? Qualcuna che vorrebbe cominciare?

Today I eventually wore in public my first serious handknitted sweater! I had knitted a few tank tops, but this was the first big one. It's been pretty exhausting cause I had to adapt a pattern from a magazine and it hasn't been easy at all. It's actually full of minor mistakes but that helped me learn a lot.
Moreover, the wool is sooo warm and I love the colours.
What do you think? Do you knit? Any budding knitter?






martedì 15 gennaio 2013

Tutorial sushi fatto in casa per principianti / Basics of homemade sushi tutorial


Da circa due anni ci capita molto raramente di cenare al ristorante giapponese, perché abbiamo acquistato l'essenziale per preparare maki (volendo anche uramaki) e temaki a casa e preferiamo fare da noi! Pensando che possa incuriosire molti, ho deciso di realizzare un semplice tutorial fotografico che mostra le principali necessità e operazioni da compiere.

We haven't been going to Japanese restaurants a lot in the past two years, since the Mighty Pi decided to buy all the necessary to make it at home! I guess you might be curious so here's a tutorial on homemade sushi basics!


Innanzitutto procuratevi questi ingredienti specifici di base, che servono poi come base per tutte le preparazioni.

First of all you'll want  to gather all these basic ingredients:



Vediamo nel dettaglio cosa serve:

1. Un cuociriso, ossia una sorta di pentola elettrica che cuoce a vapore il riso agglutinandolo al punto giusto. Dicono che il riso per sushi si possa fare anche con una normale pentola, ma considerando che il cuociriso può poi funzionare in tutto e per tutto come una vaporiera consigliamo assolutamente di prenderlo! La spesa per un cuociriso per 2 kg di riso è di circa 30,00 euro. A Milano ne trovate a bizzeffe nei negozi cinesi in via Paolo Sarpi; non so in altre città. 

2. L'aceto di riso. Lo trovate nei negozi di alimentari etnici.

3. L'alga nori. Idem. Ci sono svariate marche e al momento non siamo riusciti a cogliere apprezzabili differenze tra l'una e l'altra.

4. Il riso per sushi, sempre disponibili presso alimentari etnici. Delle marche provate questa è la nostra preferita.

5. La tovaglietta in bambu' o comunque listelli di legno per pressare e arrotolare i maki, presso negozi di casalinghi e arredamento.

Let's see what you'll need.

1. A rice cooker is an electric pot for steam cooking. It seems you can cook sushi in ordinary pots, but this is so much better. In Milan, you can find it in chinese shops.

2. Rice vinegar. Available in ethnic food shops.

3. Nori seaweed. There are different ones, but we haven't noticed any difference between brands. Find it in ethnic food shops.

4. Sushi rice. We particularly like this one.

5. Bamboo mat to roll and press makis.

Oltre a ciò, avrete bisogno altri ingredienti di più facile reperimento, tra cui philadelphia, mayonese e altre salse, avocado, cetriolo ed ovviamente il pesce che vi piace. Il pesce e le verdure andranno affettate nel senso della lunghezza per poi disporle nei maki e nei temaki.

Apart from this, you'll need some more traditional ingredients, among which: cream cheese, mayonnaise and other dressings, avocado, cucumbers and fish obviously. Cut fish and vegetables on the long side so as to fill the makis in.



Vediamo ora il procedimento:

- nel cuociriso trovate un misurino: per due persone affamate sono sufficienti 3 misurini (300 gr di riso). Lavatelo sotto acqua corrente per almeno 3/4 volte.

- Measure rice: for 2 people we generally make 300 gr. Wash it thoroughly at least 3/4 times.

- mettetelo nel cuociriso insieme a pari quantità di acqua, più 1/4 di quantità di aceto di riso. Chiudete il cuociriso e mettetelo su COOK: cuocerà da solo in circa 20 minuti, dopodiché vi avviserà e si imposterà autonomamente sulla funzione KEEP WARM. Da quando termina la cottura, lasciate riposare il riso su KEEP WARM per almeno 10 minuti.


- Put the rice in the rice-cooker with the same amount of water, plus 1/4 amount of rice vinegar. The rice cooker will cook it for 20 minutes, atfter that it will automatically switch to keep warm function. Let the rice rest for at least 10 minutes.

- per fare i maki: sulla tovaglietta di bambu' disponete un foglio di alga nori e, con la paletta in dotazione con il cuociriso, copritela con uno strato di riso. Attenzione: più abbondante sarà, più il maki sarà grosso. Una giusta quantità è quella nella foto 2.

- how to make maki: put a sheet of nori seaweed on the bamboo mat. With the rice-cooker shovel, cover the seaweed in rice. A fair amount of rice is shown in picture no.2.





Ora mettiamo gli ingredienti che vogliamo nel nostro maki: di base in Italia si usa una salsa o il philadelphia, un pesce, e una verdura. Ovviamente come saprete andrebbero assortiti i colori e le forme oltre ai sapori, ma per oggi occupiamoci del procedimento di base! Qui vedete un maki tradizionale con salmone, avocado e maionese: come vedete, gli ingredienti vanno disposti paralleleamente all'alga, e piuttosto vicini al bordo inferiore, ma non attaccati!

Now choose what you want inside your maki: here you see a salmon/mayo/avocado one. As you can see, ingredients are layered on the bottom of the seaweed sheet, but be careful not to put them too close to the edge.



Ora il momento più difficile ma più divertente: arrotolare un maki, con l'aiuto della stuoietta di bamboo!

Now the trickiest but funniest part: roll your maki! 

video

Al termine di questa operazione dovete solo tagliare il maki a rotelline (di solito da un cilindro ne escono otto). Altri maki suggeriti: 

- avocado/salsa rosa/granchio
- salmone/philadelphia/cetriolo/salsa piccante
- salmone/avocado/erba cipollina
- granchio/cetriolo/mayonese

Now you only have to slice your maki! 
More recommended fillings:

- avocado/shrimp sauce/crab
- salmon/cream cheese/cucumber/spicy sauce
- salmon/avocado/chives
- crab/cucumber/mayo


E ora siete pronti ad assaggiare! Non dimenticate il wasabi e la salsa di soia (c'è anche senza glutine)
Scusate se non ho fotografato il nostro, ma avevamo troppa fame!

And.. now you're ready to eat! Don't forget wasabi, and soy sauce (there's a gluten free one also).
Sorry I didn't take pictures of mine, we were too hungry!






venerdì 11 gennaio 2013

Refashioning vestitino nero / Little black dress refashioning

Ieri ho notato in una vetrina questo genere di orecchini: è da un pò che questa moda pacchianissima delle gemme finte ipercolorate mi prende..

I noticed this kind of earrings yesterday: I've been having a thing for this over-coloured fake gems for a while now..



Poi, la mia amica N. mi ha regalato questo bellissimo vestitino che lei non metteva più: è proprio il mio genere e il mio modello, ma ne ho già uno molto simile! Quindi.. idea!

Then I got this nice little black dress from my friend N.: I love the line, but I have another similar one. So.. brilliant idea!



Mi ricordavo di aver visto qualcosa del genere qui sotto (questa foto viene dal mitico blog P.S.:I made this, ma ne ho viste in giro parecchie altre), quindi ora mi basterà svaligiare una merceria a caccia di maxipallettes supercolorate, che metterei tutto intorno alla linea del collo del vestitino. Che ne dite? Qualcuno ha già provato?

I remembered I had seen and kept in the to do file something similar to the picture below. This one comes from the stunning blog P.S. I made this, but I'm sure I have seen more similar projects all around the internet. So now I only need to put my hands on a bunch of those colourful maxipaillettes and sew them all around my dress's neckline. What do you think? Has anyone already tried something similar?




giovedì 10 gennaio 2013

Scarpette ballerina all'uncinetto / Crocheted ballerina slippers


Nel ciclone natalizio non sono riuscita a fotografare il cibo preparato, i regali fatti a mano, e nemmeno i miei look.. che disastro! Ora recupero con qualche progetto che, con più calma, sto rimettendo in cantiere per me.. e siccome avrete notato tutti che mi sono un pò lasciata prendere la mano dall'uncinetto, ecco qui le ballerine da casa!

Stuck into the festive whirlwind, I had no time whatsoever to take pictures of food, outfits, or handmade gifts I had prepared. I can share something now, as I am more relaxingly recreating the same items for myself! As you are very likely to have noticed, I kind of have been carried away a little by this crocheting fever.. so here are my crocheted ballerinas. 


Ne ho preparate due paia per le mie sorelle, ora ho fatto queste per me e mi mancano ancora mia cugina e la bambina di un collega che sta per nascere e alla quale vorrei farle rosse!
Io mi ci sono particolarmente affezionata perché le trovo carine e si possono anche infilare negli stivali tipo Ugg per scaldarsi ulteriormente! E poi con poche semplici variazioni si possono fare un sacco di modelli.
Sono anche molto utili come ciabattine di cortesia per gli ospiti: ne preparerò a breve anche un modello maschile!
Prossimamente scriverò il tutorial per realizzarle, se può essere utile a qualcuna.

I made two pairs for my sisters, this one for me, and will make two more for my cousin and for an about to be born little girl! 
I really fell in love with them because they look cute and you can put them into your Ugg-style boots for some extra warmth. Besides, you can keep them in a basket as courtesy slippers for your guests - for this reason, I will soon make some for men.
I will write a tutorial soon, in case you like it!


lunedì 7 gennaio 2013

Stress da rientro: scrub volto 100% naturale / Back to work stress: 100% natural facial scrub



Buon 2013 a tutti! 

Non so per voi, ma per me quest'anno il rientro è stato particolarmente traumatico.. e per iniziare in maniera soft, nonché per cominciare a disintossicarsi dagli eccessi delle feste, ho pensato di condividere una ricetta fatta in casa con ingredienti solo naturali per uno scrub al volto. 

Lo scrub mi piace e mi dà molta soddisfazione; in generale però, poiché mi piace poco spendere un sacco per prodotti di bellezza pieni di agenti chimici, preferisco preparare di volta in volta la quantità necessaria di prodotto con ingredienti naturali di uso quotidiano. Uso in particolare ingredienti commestibili: se li mangiamo, possiamo sperare che facciano bene anche all'esterno!

Happy 2013 everybody!

Getting back to the city and to everyday life has been particularly stressful for me this year; for this reason, as well as for getting detoxed after all the eating and celebrating, I thought I could share my technique for an all natural, homemade facial scrub. I absolutely prefer to make my lotions and beauty products at home, if possible with eadible ingredients: if we eat them, they're supposed to ne healthy aren't they?!


 



+




Ecco lo scrub perfetto!Zucchero grezzo di canna e olio di mandorle dolci: ingredienti semplicissimi che potrete poi riusare per mille altri scopi, che vanno semplicemente miscelati in maniera che lo zucchero non risulti né troppo secco né troppo poco rispetto all'olio. Lo zucchero di canna ha una consistenza più granulosa di quello bianco dunque esercita un'azione esfoliante maggiore (quindi se preferite un effetto più delicato potete usare quello bianco), mentre l'olio di mandorla nutre la pelle evitando che l'effetto dello scrub sia troppo intenso e che secchi la pelle. Al termine, potete eliminarle gli eventuali eccessi con un batuffolino con un pò di tonico (argh.. non sono ancora riuscita a preparare un tonico interamente naturale!)

Here is the perfect scrub: raw brown sugar and sweet almond oil! These are supersimple ingredients you can invest on, because they will come out useful in lots of ways. You simply mix them so that the sugar is nor too dry neither too scattered into the oil consistency. Raw brown sugar has a more grainy texture than the white one, so it will give you a very deep exfoliating effect; should you need a more delicate scrub, use white sugar instead. Sweet almond oil has a soothening and nurturing effect on your skin, so that the exfoliating action doesn't irritate your skin or make it too dry. Once you're done, you can rinse it off with some toning lotion (urgh, still haven't found a natural recipe for that!!!)

Fatemi sapere se lo provate e.. settimana prossima: maschera supernutriente all'olio di oliva e avocado! Buon rientro rilassante!

Let me know if you try it and.. next week we'll go on with a rich olive oil and avocado facial mask! Happy back to school/work relaxation!